Rai: Rossi, concessione priva di qualsiasi indicazione

rossi LC

Rai: Rossi, concessione priva di qualsiasi indicazione (ANSA) – ROMA

Innanzitutto la concessione ad oggi sia chiaro che non è stata ancora pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e quindi la Rai resta senza concessione. É alla Corte dei Conti ormai dal 28 di aprile e non sono ancora noti i motivi per i quali non è ancora stata licenziata“. Lo afferma in una nota il senatore Rossi (Liguria Civica) sul tema della convenzione Stato-Rai. “Non difendo certo io il Direttore Generale o il Cda della Rai, ma bisogna dire come stanno le cose: le colpe della mancanza di chiarezza in Rai sono tutte del governo che è arrivato alla scadenza del maggio del 2016 della concessione pensando solo a comandare, controllare, usare la Rai a proprio uso e consumo ma senza dare alcuna indicazione di quello che la Rai deve fare nei prossimi 10 anni di concessione di servizio pubblico. La concessione e relativa convenzione alla firma alla Corte dei Conti, sono il nulla assoluto e rimanda ad atti successivi ogni obbligo del concessionario”, aggiunge. “Perché invece, come negli altri Paesi – conclude Rossi – la concessione non dice in modo esplicito cosa deve fare il concessionario: numero canali, unificazione redazioni, nessuna commistione tra programmi di servizio pubblico e commerciale e tanti altri punti di fondamentale importanza?“.

(ANSA).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>